Torna indietro

CECILIA COSENZA

in De Benedittis
Di anni 72
07/10/1948 Luzzi (CS)
08/07/2021 Legnano (MI)
Il marito Antonio, i figli Cristian e Clara, il genero, i nipoti, i fratelli, le sorelle, i cognati e i parenti tutti annunciano la scomparsa della loro cara

CECILIA COSENZA

I funerali si svolgeranno in San Lorenzo di Parabiago Sabato 10 Luglio
alle ore 11.00 partendo dalla Chiesa Parrocchiale SS. Martiri
Lorenzo e Sebastiano.
Dopo la S. Messa la cara salma sarà tumulata presso il Cimitero di Parabiago.
La recita del S. Rosario si terrà Sabato 10 c.m. alle ore 10.30
presso la Chiesa Parrocchiale SS. Martiri Lorenzo e Sebastiano.

RINGRAZIAMENTI

I familiari ringraziano anticipatamente tutti coloro che parteciperanno alla cerimonia funebre
e tutti coloro che scriveranno con affetto un Pensiero di Ricordo.

Celebrazione del Funerale

Data: 10/07/2021

Ora: 11:00

Parabiago (MI)

Luogo: PARROCCHIA SS. MARTIRI LORENZO E SEBASTIANO

Dove riposa

Cimitero: PARABIAGO - VIA BONAVENTURA CAVALIERI

Pensieri di Ricordo (2)

Rescaldina, 27/07/2021 ore 18:22
Quel figlio di p***** del marito Antonio De Benedittis l'ha uccisa, drogandola con oltre 90 gocce di Lexotan al giorno in associazione ad altri 5 psicofarmaci pesantissimi... In soli 7 mesi, mia madre ha perso l'identità e, da essere una persona normale, si è trasformata in un "vegetale". Ho visto mia madre spegnersi con una velocità tale, che nemmeno i tumori più aggressivi ci riescono, a ridurre un essere umano in quelle condizioni. BASTARDO, CREPERAI ANCHE TU PRESTO!
Francesco Cristian De Benedittis
Cerro Maggiore, 14/07/2021 ore 19:20
Mia madre Cecilia poteva essere ancora viva e magari per tanti anni ancora, vista la sua età di appena 72 anni e la sua immensa vitalità. Purtroppo ha trovato sulla sua strada la persona sbagliata, che nel momento del bisogno ha pensato solo alla propria tranquillità. Il "marito" Antonio De Benedittis non ci ha pensato un solo minuto prima di sbarazzarsi di lei e del fastidio arrecato da una persona che soffriva, e che aveva solo bisogno di amore. Mia madre, una donna dalla eccezionale generosità, altruismo e simpatia, è stata trattata come un "rifiuto" e affidata, con una leggerezza disarmante, alle cure di estranei senza scrupoli. È deceduta dopo 7 mesi di atroci sofferenze, con la mente devastata da psicofarmaci e sedativi. Ma soprattutto per il dolore di essere stata abbandonata dal marito che lei, ingenuamente, ha sempre creduto essere la persona più importante della vita. Mamma, se da qualche parte mi ascolti, non perdonarlo mai. Le persone così cattive ed egoiste, non solo dovrebbero morire nella maniera peggiore, ma non dovrebbero nemmeno nascere. Addio mamma Cecilia, ti porterò sempre nel cuore. Tuo figlio Cristian
Francesco Cristian De Benedittis
Per ulteriori informazioni:

ONORANZE FUNEBRI ALA

20010 CANEGRATE (MI)
Via Milite Ignoto, 2
Torna indietro